utilities.jpg

Visita le nostre linee guida, cosa c'è da sapere, quello che non sai che esiste ma che c'è

Questo documento riporta una serie di contributi utili a chiarire alcuni aspetti in materia assicurativa ed alcuni dati contabili che riguardano Yodha Srl.
All’interno della pagina, sarà possibile trovare una serie di documenti conformi ai dettati normativi imposti dall’Istituto sulla vigilanza delle assicurazioni.

Perché pagare un premio assicurativo

Se ti sei trovato/a a stipulare una polizza assicurativa, indipendentemente dalla sua natura, sarai stato/a mosso/a dall’obiettivo di vedere tutelato una certa situazione, un bene, da uno o una serie di rischi nei quali avrai temuto di incorrere. Se hai stipulato la Polizza del cane, ad esempio, il tuo obiettivo sarà stato quello di prevenire i danni che il tuo amico a quattro zampe potrebbe provocare a terzi; se hai stipulato una polizza a tutela della tua casa, probabilmente avrai appurato che per arrivare a possedere una casa, tanti sono stati i sacrifici, gli investimenti, e forse poteva valere la pena di vedere tutelato il frutto delle tue energie spese sul fronte casa. Infiniti scenari possono averti portato/a sin qui, ma il denominatore comune sarà sempre lo stesso: quando si stipula un contratto assicurativo, le parti contraenti stabiliscono una serie di voci quali il massimale, eventuali franchigia o scoperto ed il premio assicurativo.

Come si costruisce il premio assicurativo

Il premio assicurativo si traduce dunque nella somma che l’assicurato si impegna a corrispondere alla compagnia assicurativa a fronte dell’impegno della stessa a risarcire l’eventuale danno da lui cagionato. Il premio assicurativo può variare a seconda di molti parametri, quali il massimale concordato, le garanzie richieste, la presenza o meno di franchigia, l’intensità del rischio che si vuole arginare, la classe di merito nel caso dell’rc auto. In linea generale, tuttavia, possiamo affermare che il premio assicurativo si compone di 3 voci: - Il premio puro - I costi di amministrazione - Le imposte

Tipologie di premio assicurativo

Il premio assicurativo non è uguale per ogni tipologia di polizza: esistono infatti varie tipologie di premio. Occorre sottolineare che non esiste, a livello normativo, un disposto che imponga alle Compagnie assicurative di applicare a tutti i consumatori le medesime tariffe. Il dettato normativo, però, impone l’obbligo per le Compagnie assicurative di garantire ai consumatori un criterio equo con il quale determinare il premio assicurativo e le Compagnie stesse determinano in autonomia i criteri attraverso i quali determinare o meno l’entità del premio da versare. Fatta questa doverosa premessa, è opportuno effettuare una distinzione fra: - Premio unico: si tratta del premio assicurativo che il contraente versa a favore della Compagnia assicurativa in un'unica volta; - Premio periodico: trattasi del premio assicurativo che il contraente versa a favore della Compagnia assicurativa a scadenze concordate; - Premio frazionato: consiste nel premio assicurativo che il contraente versa a favore della Compagnia assicurativa in forma rateizzata.

Il pagamento del premio ed il conto patrimoniale

In ottemperanza a quanto previsto dall’IVASS, i premi assicurativi pagati dal contraente all’intermediario e i pagamenti dovuti alle imprese, regolati per il tramite dell’intermediario, costituiscono patrimonio autonomo e separato dal patrimonio dell’intermediario stesso. Il conto patrimoniale dei premi deve risultare separato e indipendente dal conto ordinario della società, così come previsto dall’articolo 117 del D.Lgs. 7 settembre 2005, n. 209. COORDINATE BANCARIE DEL CONTO PATRIMONIALE DEI PREMI: YODHA SRL - ART.117 - COD. ASS. NI PRIVATE – BROKER ASSICURATIVO IBAN: IT03 S058 5636 1931 1257 1412 708 Banca Popolare dell’Alto Adige Spa – Sede di Mirano L'incarico agenziale è svolto con diligenza e perizia professionale e, a tal fine, l’intermediario assicurativo si impegna a tenere regolare contabilità, a fornire alle compagnie mandanti ed alle Agenzie con le quali abbia stipulato regolare Lettera di Libera intermediazione assicurativa, le scritture relative ai premi incassati, e ad effettuare puntualmente le rimesse dei fondi che egli detiene in ragione della sua attività professionale.

La validità della copertura della polizza

Ai fini della validità delle coperture assicurative, occorre sottolineare che la polizza sarà valida, e dunque produrrà i suoi effetti giuridici nel momento in cui la comunicazione, o la rimessa del premio, verranno ricevute dall’agenzia titolare del mandato rilasciato dall’impresa che ha in carico la polizza.

Codice deontologico dell'intermediario assicurativo

Professionalità e rispetto dei diritti della clientela sono alla base dei principi etici degli Intermediari assicurativi regolarmente iscritti presso il Registro Unico degli Intermediari Assicurativi e Riassicurativi (RUI). L'Intermediario di assicurazione esercita professionalmente la propria attività di intermediazione, consulenza e gestione per la copertura dei rischi in totale indipendenza e trasparenza professionale, con precipuo orientamento alla soddisfazione dei bisogni assicurativi di persone ed Enti. Nell'esplicazione della sua attività, ed allo scopo di garantire interessi e diritti dei consumatori, l'Intermediario: - osserva la dovuta riservatezza sulle informazioni di cui venga a conoscenza, ed in particolare si attiene ad un puntuale rispetto della legge sulla privacy; - cura in modo costante l'aggiornamento professionale proprio e dei suoi collaboratori; - provvede, con piena assunzione degli oneri e degli obblighi relativi, alla organizzazione ed alla gestione della propria attività, senza mai venire meno all'autonomia delle sue scelte; - collabora con gli organi preposti alla disciplina dell'attività assicurativa e del mercato, segnalando eventuali prassi e disposizioni contrarie alla più ampia soddisfazione dei bisogni assicurativi di persone ed Enti; - segnala comportamenti delle compagnie che si concretino nel rifiuto, diretto o indiretto, di stipula di assicurazioni obbligatorie, di pronto ed equo pagamento degli indennizzi e di trattamento omogeneo della clientela, senza discriminazione alcuna; - si adopera perché siano rispettati dalle compagnie i seguenti diritti della clientela: diritto all'informazione; diritto alla chiarezza contrattuale; diritto alla competenza professionale dell’Intermediario; diritto al servizio assicurativo; diritto al risarcimento; diritto alla prevenzione; diritto alla reciprocità; diritto all'equo trattamento; - conosce tutte le modalità operative ed i prodotti delle compagnie mandanti aggiornandosi ad ogni emissione, in modo da offrire le coperture assicurative più adeguate ai suoi clienti; - si rende interprete delle esigenze dei clienti e a rappresentare alle Imprese le innovazioni e le modifiche dei prodotti assicurativi atte a soddisfarle; - rifiutare iniziative e comportamenti che dovessero essere richiesti e suggeriti dalle compagnie mandanti, che siano in contrasto con gli interessi dei clienti, non accogliendo le richieste in contrasto con le norme del presente Codice Deontologico. L'Intermediario assicurativo si attiene, nell'esercizio della professione, ai principi di etica e assoluta probità, ed osserva un comportamento improntato a dignità, decoro e trasparenza. Si astiene, pertanto, dall'acquisire contratti attraverso iniziative non compatibili con l'etica ed il decoro della sua attività, ed in particolare, ove ricopra cariche pubbliche, non se ne avvale in alcun modo per fini professionali. E’ provvisto di una copertura assicurativa di responsabilità civile professionale per sé e per i suoi collaboratori e subagenti, al di là degli obblighi normativi in vigore. Nei rapporti con la clientela, l'Intermediario assicurativo: - valuta attentamente le necessità assicurative del cliente (persona o azienda) in relazione alle informazioni personali, professionali e patrimoniali acquisite e gli propone, nello svolgimento della propria attività, le forme di garanzia che ritiene più adeguate; - informa con precisione sulle caratteristiche dei contratti, ivi compresa la loro durata, chiarendo i diritti e gli obblighi che derivano dalle condizioni generali e particolari di assicurazione; - salvaguarda gli interessi del cliente, ponendo gli stessi al di sopra di ogni propria considerazione, anche in ordine alla durata dei contratti assicurativi. In particolare, l’entità della remunerazione che egli percepisce non deve in alcun caso influenzare la qualità del servizio e la scelta del prodotto; - fornisce, con chiarezza, tutte le notizie che gli vengono richieste, nonché tutte le informazioni utili per ridurre il rischio e completare le garanzie per la valutazione e determinazione del premio; - rende edotto il cliente della necessità di comunicare senza indugio eventuali modifiche del rischio assicurato per un tempestivo aggiornamento delle coperture assicurative; - mette a disposizione del cliente un servizio fondato su una gestione amministrativa di qualità. Egli fornisce il proprio servizio con scrupolo e diligenza, anche dopo la stipulazione del contratto e indipendentemente dall'importanza dell'affare; - si impegna ad informare i propri clienti in modo chiaro ed evidente, anche attraverso targhe ed affissioni presso i locali agenziali, della sua qualificazione professionale e della denominazione delle compagnie mandanti. Egli si impegna altresì a far rispettare tale principio di trasparenza anche ai propri subagenti e collaboratori; - informa i propri clienti dell'esistenza del presente Codice Deontologico; - si impegna a non fare affermazioni fuorvianti o mistificatorie nella pubblicità dirette alla clientela e a non fare affermazioni atte a creare discredito ad un collega o alla categoria; - si astiene da ogni comportamento che possa favorire alcuni clienti a danno di altri; - si impegna a rispettare il segreto professionale.

Yodha Broker e la fatturazione elettronica

A partire dal 1° gennaio 2019 è scattato l’obbligo della fatturazione elettronica tra privati titolari di partita IVA residenti in Italia, così come previsto dalla Finanziaria 2018.  Da subito Yodha ha percepito l’imposizione normativa come un’opportunità per ottimizzare i processi aziendali. Amiamo la semplificazione dei processi, e quando ravvisiamo l’opportunità di eliminare un tasto, al posto di aggiungerlo, ci piace vestirci da pionieri e affrontare la sfida tutt’ad un fiato! Con orgoglio possiamo dire che, dopo un periodo di test, Yodha è a regime con il regime di gestione della fatturazione elettronica, come richiesto dalla normativa. Codice univoco per la Fatturazione elettronica: M5UXCR1

Richiedi informazioni

Accetto l'informativa sulla privacy